Mousse e marmellate

MARMELLATA DI MANDARINI ZENZERO E CANNELLA – “Il regalo di Natale”

La musica del creato, apre il libro della bontà delle cose, tracciando i confini della nostra regalità interiore.
Occorre fare silenzio tuttavia per intuirne i processi in modo da ben disporli per le azioni che ci prepariamo a compiere! A quest’ora è così facile immergersi nell’armonia della creazione, prima che albeggi, le galassie balbettano preghiere all’universo e le consegnano alla terra.
In campagna gli alberi parlano e raccontano le favole che gli uomini non sanno più ascoltare.
 Bisogna sedersi ai piedi di un albero, uno qualunque, disarmare l’orgoglio ed ascoltare il vento, aprire il palmo delle mani e lasciarsi accarezzare dagli steli di una vita semplice di frolla e di stelle.
Esiste una continuità che non si spezza nella vita di campagna. Una continuità di semplice allegrezza e frutti della terra. Una continuità composta ed assoluta.
Le formiche ti parlano di cielo e a te non resta altro che sorridere e ascoltare cosa hanno da dire.
Si! Un piccolo impasto di vita, che scopre in una marmellata, l’arcobaleno dell’esistenza di un giorno perfetto!
Faccio sempre tesoro dei nostri agrumi, la nostra ricchezza. Si utilizzano in ogni modo, dal dolce al salato. Eccovi qui la marmellata di mandarini, zenzero e cannella. E’ un ottimo regalo da proporre a Natale, arricchendo la vostra tavola con dei piccoli doni per gli ospiti che rallegreranno la vostra mensa.
1 kg di mandarini o clementine

500 gr zucchero

2 limoni

1 cucchiaino di cannella in polvere

1 cucchiaino di zenzero in polvere

Sbucciare i mandarini e mettere le bucce in un pentolino ricoprendole di acqua; farle bollire e ripetere l’operazione altre 3 volte cambiando l’acqua ogni volta (devono bollire in totale 4 volte). Frullare le bucce fino a farle diventare una crema e tenere da parte. Prendere ora gli spicchi dei mandarini e pulirli bene eliminando tutti i filamenti bianchi e i semi. Sbucciare i limoni ed eliminare anche da questi i filamenti bianchi e i semi e mettere la polpa ottenuta nel frullatore assieme ai mandarini e allo zucchero (le bucce dei limoni vanno gettate). Frullarli bene, trasferire il composto in una pentola alta, aggiungere la crema di bucce dei mandarini e le spezie e passare tutto col frullatore a immersione. A questo punto portare a bollore mescolando sempre bene con un cucchiaio di legno e fare cuocere per circa 1 ora e mezza, o fino a quando la marmellata di mandarini avrà acquisito una consistenza adeguata, e cioè fino a quando mettendola su di un cucchiaio resterà solida e non liquida. Sterilizzare i vasetti facendoli bollire per 10 minuti in acqua, lasciarli riposare per altri 10 minuti (sempre dentro la loro stessa acqua di bollitura) poi metterli ad asciugare a testa in giù sopra ad un canovaccio pulito.

 

 

Riempirli con la marmellata ancora bollente, chiuderli bene e rimetterli a testa in giù fino a quando si saranno raffreddati. In alternativa potrete usare anche il fruttapec, in questo caso ricordatevi di metterlo a freddo, prima di portare a bollore la marmellata. Così facendo la bollitura si ridurrà a 3 minuti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *